IlesaSpa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Politica della Qualità e della Sicurezza


Con la stesura del presente documento, La Direzione Generale intende esplicitare le modalità per garantire all’Azienda un miglioramento continuo e costante delle proprie prestazioni. La Politica per la Qualità e la Sicurezza della I.L.E.S.A. S.p.a. è parte integrante della Politica generale e delle strategie aziendali e si erge su cinque pilastri fondamentali:

    1. SODDISFAZIONE DEL CLIENTE
    2. COINVOLGIMENTO E SODDISFAZIONE DEL PERSONALE
    3. RAPPORTI DI RECIPROCO BENEFICIO CON I FORNITORI
    4. RAPPORTI CON LA COLLETTIVITA’ E I PREPOSTI AL CONTROLLO
    5. SODDISFAZIONE DELLA PROPRIETA’


1. SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

La I.L.E.S.A. S.p.a. dipende dai propri clienti, deve pertanto capire le loro esigenze presenti e future, ottemperare ai loro requisiti e mirare a superare le loro stesse aspettative. Pertanto rimane fondamentale:

  • Individuare e comprendere le esigenze e le aspettative del cliente;

  • Assicurarsi che i propri obiettivi e traguardi siano coerenti con le aspettative del cliente;

  • Trasmettere e fare recepire questi principi a tutti i livelli aziendali;

  • Misurare la soddisfazione del cliente ed agire di conseguenza;

  • Realizzare opere che rispondano ai requisiti contrattuali nel rispetto delle Norme e delle Leggi applicabili;

  • Garantire sempre risposte flessibili e rapide in base alle opportunità offerte dal mercato;

  • Mettere a disposizione delle Amministrazioni le conoscenze tecniche delle lavorazioni ad elevato contenuto tecnologico.


2. COINVOLGIMENTO E SODDISFAZIONE DEL PERSONALE

E’ convinzione delle Direzione che tutto il personale impiegato nell’organizzazione, costituisca l’essenza dell’azienda ed il suo pieno coinvolgimento contribuisca in modo determinante al raggiungimento di obiettivi sempre più ambiziosi. Pertanto tutto il personale viene coinvolto e responsabilizzato affinché possa:

  • Comprendere l’importanza del suo contributo e del suo ruolo all’interno della Società;

  • Discutere apertamente di problemi e situazioni attinenti le proprie mansioni;

  • Condividere liberamente con le altre funzioni aziendali conoscenze ed esperienze pregresse;

  • Ricercare attivamente occasioni per sviluppare le proprie competenze e conoscenze;

  • Valutare le sue prestazioni a fronte degli obiettivi e dei traguardi aziendali;

  • Accettare l’incarico e la responsabilità di risolvere eventuali problemi;

  • Contribuire al miglioramento continuo.


Al fine di accrescere il livello di consapevolezza dei propri collaboratori anche in materia di SALUTE E SICUREZZA sul lavoro,  I.L.E.S.A. S.p.a. si adopera affinchè:

  • L'informazione sui rischi legati alle diverse attività svolte sia diffusa a tutti i lavoratori interessati; la formazione degli stessi sia effettuata ed aggiornata con specifico riferimento alla mansione svolta;

  • Sia garantita la consultazione dei lavoratori, anche attraverso il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in merito agli aspetti della sicurezza e salute sul lavoro, attraverso specifiche riunioni da tenersi a cadenza periodica;

  • Tutti i lavoratori siano formati, informati e sensibilizzati per svolgere i compiti loro assegnati in materia di sicurezza, attraverso l’istituzione di specifici incontri;

  • Si faccia fronte con rapidità ed efficacia a necessità emergenti nel corso delle attività lavorative;

  • Siano promosse la cooperazione ed il coordinamento tra le varie risorse aziendali nonché con le altre imprese presenti in cantiere, anche attraverso specifiche riunioni periodiche;

  • Sia promossa la collaborazione con le organizzazioni imprenditoriali e con Enti esterni preposti.

  • Si ricorda che la responsabilità della gestione del SSL riguarda l’intera organizzazione, dal Datore di Lavoro, sino a ciascun singolo lavoratore.


3. RAPPORTO DI RECIPROCO BENEFICIO CON I FORNITORI

Di fondamentale importanza nelle strategie aziendali, viene considerato il rapporto di interdipendenza con i propri fornitori. Siamo convinti che tale rapporto porti ad un reciproco beneficio, migliorando per entrambi la capacità di creare valore. Pertanto la I.L.E.S.A. S.p.a. mira a:

  • Identificare e selezionare i propri fornitori principali;

  • Stabilire rapporti di partnership, chiari ed aperti;

  • Condividere esperienze e risorse con i propri partners;

  • Stabilire rapporti in grado di bilanciare i guadagni a breve, con logiche di lungo termine;

  • Individuare attività congiunte per lo sviluppo ed il miglioramento.


4. RAPPORTI CON LA COLLETTIVITA’ E I PREPOSTI AL CONTROLLO

Per le attività svolte, i servizi resi e la tipologia di prodotti trattati, viene considerato determinante dalla I.L.E.S.A. S.p.a. mantenere rapporti di collaborazione con la collettività in generale e gli enti preposti ai controlli. Al fine di consolidare tale posizione l’organizzazione aziendale inquadra tra i propri obiettivi:

  • Limitare i disagi nella gestione dei cantieri operativi,

  • Segnalare chiaramente e delimitare i cantieri al fine di prevenire eventuali incidenti

  • Proporre soluzioni tecnologicamente evolute per ridurre i disagi alla collettività.

  • Sia considerato una priorità, il rispetto della legislazione vigente in materia di sicurezza e salute nel lavoro, oltre che l’impegno a osservare quanto previsto nel Documento di valutazione dei rischi nei Piani di Sicurezza e Coordinamento e nei singoli Piani Operativi di Sicurezza, redatti correttamente per ogni specifico cantiere;

  • Pianificare le attività nei cantieri (allestimento cantiere, impianti, introduzione e utilizzo macchine e attrezzature), con metodi operativi e aspetti organizzativi tali che siano realizzati in modo da salvaguardare la salute sia dei lavoratori dipendenti sia di tutti coloro che operano in cantiere;


5. SODDISFAZIONE DELLA PROPRIETA’ IN UN MIGLIORAMENTO CONTINUO

Il quinto pilastro che regge tutte le politiche Aziendali, non ultimo per ordine di importanza, è rappresentato dalla volontà della Direzione di garantire all’Azienda un miglioramento continuo, anche in un’ottica di lettura di bilancio. Al fine di raggiungere gli obiettivi auspicati ed enunciati nei Riesami periodici codesta Direzione si attiva affinché:

  • Questa politica sia diffusa e compresa a tutti i livelli aziendali;

  • Sia coerente con le altre strategie aziendali;

  • Il personale abbia le necessarie risorse, sia adeguatamente formato e addestrato alle mansioni assegnate e goda la libertà di agire con responsabilità;

  • Siano riconosciuti i contributi forniti dal personale ed i miglioramenti raggiunti;

  • Le infrastrutture siano adeguate;

  • Il Sistema sia costantemente monitorato;

  • Sia sempre garantita l’immagine della I.L.E.S.A. S.p.a.

  • Siano diffusi all’interno dell’azienda gli obiettivi del Sistema Qualità e Sicurezza ed i relativi programmi di attuazione.

  • La struttura aziendale partecipi, secondo le proprie attribuzioni e competenze, al raggiungimento degli obiettivi di sicurezza assegnati;

  • Siano privilegiate le azioni preventive e le indagini interne a tutela della sicurezza e salute dei lavoratori, in modo da ridurre significativamente le probabilità di accadimento di incidenti, infortuni o altre non conformità;

  • Siano riesaminati periodicamente la Politica, gli Obiettivi e l’attuazione del SGSL allo scopo di ottenere un miglioramento continuo del livello di sicurezza e salute sul lavoro nell’ambito delle attività svolte, anche tenendo conto della dimensione dei cantieri e della natura e del livello dei rischi legati alle attività svolte sia direttamente dall’impresa che dalle imprese in sub-appalto.


Al Responsabile del Sistema di gestione per la Qualità e la Sicurezza è affidata la responsabilità della realizzazione, della gestione e del monitoraggio dei sistemi stessi.


La politica enunciata può contenere il riferimento al Codice Etico previsto dai Modelli organizzativi esistenti per prevenire i reati previsti dal D.lgs. 231/01.


                                                      I.L.E.S.A. S.p.a.

                     La Direzione Aziendale

Revisione 7 del 08/01/2013
ALLEGATO 1 AL MANUALE DELLA QUALITA’

Torna ai contenuti | Torna al menu